Curiosità

Alberobello da scoprire

Alberobello da scoprire

I posti magici da esplorare ad Alberobello

La Puglia è conosciuta in tutto il mondo per essere una terra fantastica, sotto moltissimi punti di vista. Per l’intero anno è possibile infatti andare all’esplorazione di vari luoghi culturali ricchi di storia e tradizione. Tra di questi vi è in particolar modo il paesino di Alberobello. Per visitare questo luogo non occorre avere a propria disposizione un’intera settimana ma solamente in pochi giorni è possibile riuscire a vedere con attenzione numerose bellezze presenti. Per comprendere affondo il territorio bisogna prima dividerlo in tre differenti punti: sud-est, nord e e sud. Partendo dalla prima tappa del viaggio ovvero a sud-est di Alberobello si trova il centro storico, posto proprio a confine con il Salento. Qui è possibile ammirare strade strette e corte che permettono di vedere scorci mai visti prima d’ora. In particolar modo in questa precisa zona si trova il Trullo sovrano, costruito nel lontano Settecento, ed oggi divenuto uno dei trulli più antichi e grandi.

Per arrivare a visionare tale trullo, la passeggiata da fare permetterà anche di vedere un paesaggio mozzafiato con costruzioni in tufo, ulivi e antiche tradizioni. Ammirando Alberobello e nello specifico il territorio collocato a sud-est si potrà rivivere con la mente una serie di ricordi legati al passato, con le varie usanze che hanno permesso di rendere la Puglia una regione straordinaria. Sempre qui curiosa è la leggenda dei Trulli siamesi, che racconta la storia vissuta da Paolo e Francesca. Il trullo infatti, stando ai racconti degli antenati, era una vera e propria casa dove abitavano i due fratelli che per amore della donna divennero nemici. Fu deciso così di dividere il Trullo in due differenti parti uguali ed ognuna di essa avrebbe avuto un’entrata per evitare che i due fratelli non avessero la possibilità di incrociarsi mai. Per avere maggiori informazioni sui bed and breakfast vicino a Alberobello è possibile dare un’occhiata a questo link: https://lacascata.net/

I musei storici di Alberobello

Al Alberobello è possibile andare alla scoperta della storia e visionare da vicino importanti musei. Nello specifico nel paesino si trovano la Casa pezzolla e il Museo dell’olio, due antiche gallerie che raccontano e cercano di evocare il passato per non dimenticare le tradizioni degli antenati. In particolar modo nel museo chiamato Casa pezzolla, vi sono delle collezioni dedicate al dottore personale dei conti d’Aragona, chiamato Giacomo Pezzolla. Qui si trovano particolari stili architettonici e una suggestiva pianta, formata da un complesso di trulli intersecati fra di loro. Il Museo dell’olio invece, permette di conoscere e toccare con mano uno dei prodotti tipici della regione pugliese. Al suo interno vengono esposte e spiegate tutte le tecniche utilizzate per la produzione dell’olio oltre che gli strumenti necessari per la spremitura delle olive. Questi musei permettono di scoprire e di andare alla ricerca delle antiche tradizioni per far si che il lavoro degli avi non venga persa o dimenticato.

I centri storici più famosi di Alberobello

Proseguendo il percorso alla scoperta di Alberobello a nord e poi a sud del paesino, si trovano davvero dei centri storici immacolati. Il più conosciuto è sicuramente Noci, per via delle sue particolari gnostre. Le strade infatti qui sono costituite da veri e propri vicoli ciechi senza via d’uscita. Raggiungendo invece Putignano, altro paesino situato vicino ad Alberobello è possibile ammirare l’antica città medievale, protetta da possenti mura. Il paese in questione, stando agli studi archeologici, sembra essere stato eretto nel X secolo per proteggere gli abitanti dalle incursioni dei Saraceni. A Sud di Alberobello è impossibile non visitare Ostuni, nota come la Città bianca per eccellenza. L’intero centro storico è costituito infatti da muri, chiese, piazzette e perfino le persiane da un bellissimo e candido color bianco.

Similar Posts