Itinerari

Montagne Val d’Aosta: le cime più alte delle Alpi

Il Monte Cervino la cima più singolare tra le montagne valdostane

La Valle d’Aosta e le sue catene montuose sono uno spettacolo per gli occhi. Questa piccola regione del Nord Italia comprende una grande parte delle Alpi Occidentali e di quelle Nord-Occidentali, in particolare le Alpi Graie e quelle Pennine. Una camminata attraverso le grandi vallate verdi che si infilano tra le imponenti pareti di roccia che compongono le Alpi è sicuramente un’esperienza da provare. In inverno, il panorama si trasforma e diventa incantato, soprattutto se si sceglie di visitare le location che ospitano le cime più alte delle Alpi, le più maestose montagne in Val d’Aosta.

Le montagne più alte delle Alpi: i 4 giganti

Il Gran Paradiso, il Monte Rosa, il Monte Cervino e, ovviamente, il Monte Bianco. Vette imponenti, costellate di boschi, laghi, pascoli, villaggi e moltissimi altri panorami affascinanti.

Queste quattro cime sono le montagne più alte delle Alpi e non sono certo una scalata dedicata ai più inesperti. Anche dal basso però offrono paesaggi mozzafiato, sia in estate che nella stagione più fredda. Vengono chiamate i “Giganti delle Alpi”.

Gran Paradiso: uno spettacolo tra i monti più alti delle alpi

Gran Paradiso: uno spettacolo tra i monti più alti delle alpi

Unica cima che supera i 4.000 metri (4.061 per l’esattezza) completamente in territorio italiano. Una montagna di cui andare fieri e con un nome azzeccato, poiché offre agli escursionisti o a chi semplicemente decide di fare una passeggiata lungo la valle centrale, un panorama paradisiaco, uno spettacolo della natura.

Per i veri alpinisti questa vetta è raggiungibile tramite un passaggio non molto complicato, con un finale più vertiginoso. Un’esperienza emozionante, soprattutto se si decide di percorrere anche il sentiero che porta al Rifugio Vittorio Emanuele.

Non da meno è tutta l’area turistica circostante: una composizione di monti più piccoli, come il Ciarforon, la Grande Sassière e la Granta Parey, accompagnata da laghi e cascate meravigliose e da diverse vallate che si diramano a partire da quella centrale. Un quadro dipinto da un pittore provetto, un paradiso.

Parco nazionale del Gran Paradiso

L’area del Monte Paradiso ospita il parco omonimo, un tempo riserva di caccia di Casa Savoia. Questo è il parco naturale più antico d’Italia, istituito nel 1922, che preserva ambienti naturali singolari e straordinari, oltre che una preziosa biodiversità. La storia di questo parco infatti è legata alla protezione dello stambecco e alla scongiura della sua estinzione. I sentieri di questo terreno sono la location perfetta per contemplare con stupore e ammirazione la meraviglia della natura.

Monte rosa e le sue cime

Monte rosa e le sue cime

Tra le cime del massiccio montuoso del Monte Rosa c’è anche la Punta Dufour, che con i suoi 4.634 metri è la seconda, per altezza, di tutta la catena Alpina (superata solo dal Monte Bianco). Oltre a questa ci sono moltissime altre vette che si innalzano sopra i 4.000 metri: ben trenta, tra cui la Zumstein, la Punta Gnifetti e la Nordend. Trattandosi di mete raggiungibili con qualche difficoltà è meglio affidarsi a delle guide, soprattutto se non si è degli alpinisti esperti.

Il Monte Rosa è una montagna famosa per più ragioni, tra cui la presenza della Capanna Regina Margherita, il rifugio più alto d’Europa a 4.559 metri d’altezza, sulla Punta Gniffetti.

Un altro motivo per cui questa cima viene riconosciuta è l’origine del nome, la gamma di sfumature che colora questo massiccio montuoso sia all’alba che al tramonto, rendendolo uno spettacolo mozzafiato, unico nel suo genere.

Il Monte Cervino la cima più singolare tra le montagne valdostane

Il Monte Cervino: la cima più singolare tra le montagne valdostane

Unica nel suo genere, questa montagna si staglia verso il cielo disegnando una piramide marcata, isolata dal resto della catena montuosa. In molti la chiamano la montagna perfetta, e con la sua particolare morfologia e i suoi 4.478 metri continua ad attirare alpinisti da tutto il mondo, oltre che sciatori richiamati dall’area sciistica molto vasta.

L’area che circonda questa vetta è splendida: dall’incantevole Valtournenche, la valle su cui si affaccia il Cervino, si può risalire per scorgere i comuni che si affacciano da balconate pianeggianti, come Torgon e La Magdeleine.

Uno scenario stupefacente con protagonista centrale la vetta perfetta.

Il Monte Bianco il vero gigante tra le montagne delle Alpi

Il Monte Bianco: il vero gigante tra le montagne delle Alpi

Non c’è bisogno di grandi presentazioni: il Monte Bianco, la montagna più alta delle Alpi, da molti chiamata l’ottava meraviglia del mondo. Con i suoi 4.807 metri di altezza, è un luogo di sfide e attrattive naturali, una tra le mete turistiche più note della Valle d’Aosta

Conquistato per la prima volta nel 1786 da Jacques Balmat e da Michel Gabriel Paccard, oggi rappresenta una cima ambita per gli alpinisti di tutto il mondo. Un’esperienza non alla portata di tutti, ma che con la giusta attrezzatura e una certa conoscenza può condurre a grandi soddisfazioni.

Ai piedi della montagna risiede Courmayeur, stazione turistica tra le più rinomate delle Alpi e nota per molte attività sportive invernali.

Non ci sono dubbi: il Monte Bianco, re delle Alpi, e tutta l’area circostante rappresentano l’occasione perfetta per divertirsi e godere di spettacoli inestimabili e irripetibili.

Similar Posts